• 339-7202236

Segni Zodiacali

Segni Zodiacali

Tutti conosciamo in segni zodiacali ma è una conoscenza popolare, di striscio. Vuoi conoscerli veramente?

I segni zodiacali, metafora del tempo

I segni, come tutte le cose in astrologia, sono dei simboli che rappresentano contemporaneamente più cose. Tutti i segni, uniti insieme, formano un percorso circolare di maturazione. Si tratta di un sistema di misurazione del tempo. Un tempo interiore.

Non hanno nulla a che vedere con le costellazioni reali, che grazie al fenomeno della precessione degli equinozi e alla differenza tra zodiaco tropicale e zodiaco astronomico, sono un’altra cosa.

I segni zodiacali sono la dodicesima parte del segno dello Zodiaco. Si proietta cioè la fascia zodiacale su un piano e la si suddivide in 12 parti uguali di 30°. Le figura seguente (tratta da Wikipedia) dovrebbe aiutare a visualizzare quanto detto.

 

equatore_celeste_ed_eclittica

In astrologia, i segni zodiacali sono definiti “case celesti” in contrapposizione alle “case terrestri” che sono un’altra suddivisione in 12 parti dello zodiaco. 

Segni zodiacali, classificazione

I segni zodiacali possono essere classificati in modi diversi. La classificazione dei segni sono “dimensioni” di esistenza, punti di vista differenti dai quali guardare gli stessi fenomeni, persone, popoli, nazioni.

Segni maschili e segni femminili.

Anche qui ricorre la vecchia idea del principio maschile e di quello femminile, di ying e yang, di sole e luna.

segni-zodicali-2

Cielo e terra, maschile e femminile sono tra loro complementari.

I quattro elementi

I segni si possono suddividere in base all’elemento: fuoco, acqua, aria, terra e

Segni e stagioni

Inizio stagione (cardinali), al centro stagione, (fissi), a fine stagione (mutevoli). Cardinalità, fissità, mutevolezza, sono caratteristiche psicologiche generali  che si ritrovano nella descrizione dei rispettivi segni.

  • Segni maschili: Ariete, Gemelli, Leone, Sagittario, Acquario
  • Segni femminili: Toro, Cancro, Vergine, Scorpione, Capricorno, Pesci
  • Cardinali: Ariete, Cancro, Bilancia, Capricorno
  • Fissi: Toro, Leone, Scorpione, Acquario
  • Mutevoli: Gemelli, Vergine, Sagittario, Pesci

Questo ci porta alla figura seguente:

segni-zodiacali-3

Segni muti e dotati di voce
– Muti: Cancro, Scorpione, Pesci (quelli d’acqua)
– Voce alta: Gemelli, Vergine, Bilancia
– Voce media: Ariete, Toro, Leone, Sagittario
– Voce bassa: Capricorno, Acquario

Segni fertili e sterili
– Fertili: Cancro, Scorpione, Pesci
– Sterili: Gemelli, Leone, Vergine
– Neutri: Gli altri

Segni umani e bestiali
– Umani: Gemelli, Bilancia, Acquario (quelli d’aria) + Vergine
– Bestiali: Ariete, Toro, Leone, Sagittario, Capricorno
– Bestiali e feroci: Leone e la seconda metà del Sagittario
– Neutri: altri

Non ci sono segni migliori e segni peggiori, sono tutti dentro di noi allo stesso tempo. Guardate la figura di seguito, partendo da sinistra, andando verso destra, notate l’alternanza delle crocette…è come un’onda di energia che ci attraversa.

segni-zodiacali-4

I segni zodiacali, metafora dell’uomo

I segni sono un viaggio dell’uomo astrologico che comincia nell’ariete (la testa) e finisce nei pesci (i piedi).

Tutti i segni coesistono allo stesso tempo dentro di noi come significati simbolici perciò il viaggio è sempre in atto e non è lineare nel tempo. Il suo tempo è quello delle emozioni quindi atemporale, circolare, immanente.

Ecco il viaggio, poi vi mostro la conclusione

Nell’Ariete l’essere umano nasce mentre nel Toro si riposa dalla fatica della nascita, recuperando forze e preparandosi ad affrontare la vita. Nei Gemelli invece l’essere umano si guarda intorno e prende confidenza con le prime relazioni sociali e con le persone vicine, nel Cancro prende consapevolezza del suo destino e sviluppa il desiderio di riprodursi.

Nel Leone va incontro alla vita, conquistando il suo spazio, i suoi possedimenti, il suo posto nel mondo, rafforzando così la propria identità. Le conquiste, le acquisizioni devono essere però organizzate, selezionate; occorre capire ciò che va tenuto e ciò che va scartato; è questo il senso del segno della Vergine. Con la vergine finiscono i segni “individuali”, con la Bilancia cominciano quelli collettivi.

L’essere umano cioè incontra l’altro sulla base del desiderio di intraprendere relazioni durature e profonde, fino a voler essere parte integrante, in vario modo, della collettività umana tutta.

Nello Scorpione, deve fare una passaggio fondamentale, scendere nell’ade per affrontare i suoi demoni, il confronto con l’altro e con la collettività infatti richiede una purificazione interiore, un guardarsi allo specchio.

Vivificato e mondato da questo confronto, l’essere umano è pronto per i grandi temi sociali, per la filosofia, la giustizia, i viaggi, tutte caratteristiche del segno del Sagittario.

L’essere umano capisce che ora dopo essere stato tra i suoi simili, deve riprendere tutte queste esperienze e rielaborale in sé e quindi deve isolarsi dalla collettività e riflettere…nel segno del Capricorno.

La meditazione e l’isolamento conducono a grandi intuizioni e potenti visioni sulla realtà, nel segno dell’Acquario e infine, in quello dei Pesci, l’essere umano cessa la sua esistenza terrena per ricongiungersi alla realtà dopo questa.

Andrea Mecchia