• 339-7202236

Interpretare i Transiti – Prima Parte

Interpretare i Transiti – Prima Parte

Cosa sono, perché si usano

Interpretare i transiti è una delle tecniche principali per fare previsioni astrologiche. Quando i pianeti di transito formano aspetti con quelli di nascita (detti anche radix) possiamo prevedere che tipo di eventi ci attendono.

Altre tecniche di previsione e analisi sono la rivoluzione solare annuale e le progressioni ma sicuramente i transiti sono quelli esaminati di frequente.

In genere la rivoluzione solare annuale dovrebbe essere fatta una volta l’anno come previsione generale (dal giorno del compleanno al giorno del compleanno dell’anno successivo). Poi, questa previsione annuale, va confermata (o in parte smentita) e integrata in dettaglio con l’analisi dei transiti appunto.

Per interpretare i transiti si prende il tema di nascita dove i pianeti sono fermi nel cielo al momento della nascita e si guardano quali aspetti formano i pianeti stessi durante il loro movimento nel tempo.

Nella figura vediamo che i pianeti di nascita (o radix) formano aspetti con quelli di transito, che sono schematizzati nella  tabella in basso a sinistra di chi legge.

Come si vede i pianeti di nascita sono nel cerchio interno, invece quelli che si muovono (di transito appunto) sono nel cerchio esterno.

Si prendono in considerazione gli aspetti principali cioè congiunzione, opposizione, quadratura, sestile, trigono. Almeno io faccio così.

Come si fa l’interpretazione

Attraverso l’analisi e l’interpretazione dei transiti possiamo sapere molte cose, ma appunto per questo, le possibili combinazioni sono tantissime, per cui il consultante deve fare domande mirate all’astrologo per consentirgli di concentrarsi meglio sugli aspetti di interesse.

Se invece il consultante vuole una panoramica generale allora è bene focalizzarsi su salute, lavoro, soldi, relazioni sentimentali. Il classico quartetto interessa chiunque.

Che significato dobbiamo dare ai transiti? Abbiamo detto che i pianeti sono in aspetto l’uno con l’altro, per es. luna in congiunzione con Marte, venere in trigono con Giove ecc… e hanno un loro significato. I significati sono tanti quanti possono essere le combinazioni, si deve procedere mettendo i significati in questo ordine:

  • Il significato di un aspetto (qualunque esso sia) tra uno specifico pianeta e un altro.
  • Il significato di un aspetto in particolare tra i due (congiunzione, piuttosto che quadrato, trigono ecc…)
  • Il significato specifico di questo contatto all’interno del proprio tema di nascita.

Più in concreto se per esempio,  la luna di transito forma una congiunzione con il mio mercurio di nascita avremo un significato che viene definito in questi passi:

  • Quali significati ha in genere il contatto tra luna e mercurio (per chiunque)?
  • Quali significati ha in genere il contatto tra luna e mercurio per congiunzione (per chiunque)?
  • Quali significati ha il contatto tra luna e mercurio per congiunzione nel mio tema natale?

Perché il mio mercurio, nel mio tema, è posto in una specifica casa, e a sua volta forma aspetti con altri pianeti radix del mio tema, quindi ha dei significati suoi propri.

Sembra difficile e lo è. Ci vuole studio e allenamento, manuali e consultazione degli stessi. Si riescono a fare previsioni sempre migliori, analizzando diversi transiti più volte di un singolo tema, lavorando con la stesso consultante.

Attraverso l’anali dei transiti a volte mi capita di chiarire meglio alcuni significati del tema di nascita che in prima battuta non ero riuscito a mettere a fuoco in profondità. E’ normale sia così, anzi potrei dire, auspicabile.

Interpretare i transiti è viaggio bellissimo, perché nel nostro tema si rispecchia un ordine di significati universali validi per tutti che allo stesso tempo però diventano unici per noi.

Per interpretare i transiti, come avrete capito, occorre prima esaminare il tema di nascita, parlarne col consultante e poi procedere.

Idealmente un primo incontro serve per il tema e i transiti principali e per esaminare alcune domande specifiche poste dal consultante. L’analisi dei transiti dovrebbe essere fatta almeno 3 o 4 volte l’anno.

Per interpretare i transiti si parte dalla posizione di Giove e Saturno nelle case.

Come si vede in figura, Giove è in 9^ casa, cerchiato in rosso, Saturno è in 11^ (quasi 12^), cerchiato in verde.

Nella seconda parte del post vedremo alcuni dettagli di questa tecnica di interpretazione astrologica.

In ogni caso per sapere qualcosa in più su come interpretare i transiti ho già affrontato il discorso nel mio e-book gratis.

SECONDA PARTE >>

Andrea Mecchia