• 339-7202236

Interpretazione del tema natale

Interpretazione del tema natale

L’interpretazione del tema natale è un’operazione di abilità e di scoperta che, in parte, è alla portata anche di chi conosce poco l’astrologia, a patto che abbia a disposizione le informazioni che io do in questo post. Anche lo studente di astrologia trarrà un valido aiuto da questo post perché ho sintetizzato al massimo diverse fonti autorevoli; seguendo la scaletta che riporterò e facendo attenzione ai relativi commenti, chi consulta l’astrologo può fare domande e chiedere approfondimenti sul tema, per un’esperienza di consulto più arricchente.

Cominciamo col dire che chi ha letto l’e-book in regalo con l’iscrizione sa già che astrologia e cartomanzia mostrano la sincronicità. La sincronicità, studiata da Jung per primo, è la teoria delle coincidenze significative e interpretare un tema natale non è altro che cercare conferme, coincidenze appunto. Soprattutto questo. Le coincidenze ci parlano di noi, dei nostri tratti fondamentali che, alla nascita, ci predispongono ad alcuni tipi di eventi, di cui appunto occorre capire bene il significato, attraverso le categorie dell’astrologia.

Come scrive infatti Grazia Bordoni “[…] se è vero, come afferma Barbault, che tendiamo a nascere quando il cielo più ci assomiglia, deve anche essere vero che gli avvenimenti della nostra vita si accompagnano ad un cielo che più assomiglia a essi”.(1)

Si può dire che questa affermazione può essere in larga parte condivisa, perciò interpretare il tema di nascita è un viaggio alla scoperta di quello che ci attende nella vita.

L’interpretazione del tema natale

In questa sede espongo i tratti principali dell’interpretazione del tema così come li ho studiati in astrologia umanistica e per come li applico nella pratica.

Per interpretare un tema natale occorre prima di tutto studiare bene i significati principali di:

  • Segni
  • Pianeti
  • Case
  • Aspetti (congiunzione, opposizione, trigono, ecc..)

Però come detto all’inizio, anche il semplice curioso che si rivolge all’astrologo può tenere conto delle seguenti indicazioni e avere così una traccia da seguire e una mappa sulla quale chiedere approfondimenti all’astrologo; innanzitutto interpretare il tema natale è una operazione deduttiva che procede dal generale al particolare e se si vogliono fare domande specifiche all’astrologo, conviene informarlo prima, per dargli il tempo di esaminare con cura quanto chiesto.

Alla fine di questo articolo sui segni zodiacali ho detto che le cose da vedere per prime in un tema di nascita sono tre:

  • Il segno dove si ha il sole
  • Il segno dove si ha la luna
  • Il segno dove cade l’ascendente

Subito dopo ci sono i quattro angoli della carta: Ascendente (AS), Discendente (DS), Medium Coeli (MC), Imum Coeli (IC) ma prima di fare ciò, rileviamo qual’è la prevalenza di elemento, cioè il numero di pianeti, in quali segni si trovano e per quanto riguarda questi segni, a quale elemento appartengono.

Poi continuiamo…

Vedere se ci sono più pianeti sopra l’orizzonte che sotto. L’orizzonte è la linea della carta che unisce ascendente e discendente. (n. maggiore di pianeti verso l’alto (MC) = estroversione, oppure verso il basso (IC) = introversione) (1)

interpretazione-tema-natale-2

Vedere se ci sono più pianeti a destra piuttosto che a sinistra della carta. (ascendente = tendenza all’autonomia, discendente = tendenza alla dipendenza). (1)

Queste quattro cose sono le prime da controllare e per vedere e per rendersi conto da subito se e come si sono sviluppate nella vita, occorre cercare altre conferme (coincidenze). Quando nella vita una tendenza non si è realizzata il consultante dovrà chiedersi che forme ha preso la tendenza non espressa.

Oltre a ciò occorre esaminare altri aspetti perciò continuiamo. (2)

  • Vedere la compatibilità tra il sole e la luna in base all’elemento.
  • Vedere l’ascendente e la compatibilità di elemento con il sole e con la luna.
  • Vedere per il sole e per la luna rispettivamente il segno in cui sono, la casa in cui sono, gli aspetti più stretti che formano prima di tutto tra loro.
  • Vedere poi l’ascendente e tutti i pianeti all’ascendente e gli aspetti che formano con altri pianeti, poi si passa a vedere tutti i pianeti agli altri angoli della carta (Discendente, Medium Coeli, Imum Coeli) e tutti gli aspetti che formano.

I quattro angoli della carta sono fondamentali. A questo punto si dovrebbero già vedere le prima corrispondenze ed individuare i ratti comuni, le coincidenze significative appunto.

Concentrarsi poi su lo “stellium” di pianeti nelle case, nella figura sopra per esempio ci sono tre pianeti in prima casa e tre in undicesima. Uno “stellium” è un raggruppamento di pianeti e la casa o le case dove si raggruppano indicano un settore della vita (rappresentata dalla casa) che per noi sarà importante.

Fatto tutto quanto sopra esaminiamo la “dignità” essenziale dei pianeti nei segni così come individuata dall’astrologia classica e ne teniamo conto sopratutto per studiare quegli aspetti importanti della carta che i pianeti fanno tra loro. In questo modo si ricomprende, nell’interpretazione moderna del tema di nascita, anche la tradizione dell’astrologia classica.

Nell’esaminare posizione dei pianeti e loro aspetti, devono essere presi in considerazione prima di tutto i pianeti personali (sole, luna, mercurio, marte, venere) perché ci raccontano come noi siamo fatti e poi Giove e Saturno perché ci dicono come ci muoviamo nel mondo. Gli altri pianeti più lenti (Urano, Nettuno, Plutone) vanno considerati per ultimi e solo se presenti agli angoli della carta (AS, DS, MC, IC) e\o in aspetto stretto ai pianeti personali.

Per quanto riguarda questi ultimi tre pianeti ci troviamo di fronte ai cd. “pianeti moderni”, scoperti dopo Saturno. Il significato di questi pianeti è una “specializzazione” del significato di Saturno, per così dire; si tratta di pianeti “generazionali” perché hanno un movimento molto lento e sono presi in considerazione come lunga mano nell’astrologia collettiva, in relazione agli eventi storici, piuttosto che alle vicende personali, fermo restando i casi citati sopra.

Alla fine occorre vedere segni e case dove cadono il nodo nord, la luna nera, la parte di fortuna e il punto vertex, in altre parole le principali “parti arabe” dell’oroscopo di nascita. Devo spendere allora due parole sul significato di queste parti, per non lasciare il lettore ingiustamente bisognoso di ulteriori chiarimenti.

Il nodo nord è la nostra evoluzione e corrisponde alla domanda sul cosa dobbiamo fare per realizzare parti importanti di noi stessi. La risposta può essere per esempio viaggiare e scoprire nuovi mondi (anche interiori), oppure per prenderci cura degli altri, mettere su famiglia (sto facendo esempi concreti per semplificare).

La luna nera è la nostra “animalità” la nostra energia i cui effetti possono essere riscontrati in più campi, soprattutto in ambito affettivo e sessuale: rappresenta tendenze interiori di autenticità, volendo parafrasare la psicanalisi, possiamo parale di qualcosa simile (ma non uguale secondo me) all’ES.

La parte di fortuna non è quella che ci fa vincere al superenalotto, ma come scrive Dane Rudhyar è quella parte dell’oroscopo dove tutto in noi agisce con naturalezza, senza sforzo e quindi in genere ci garantisce successo in certi ambiti “[….] la collocazione reale della Parte di Fortuna nel tema natale di una persona rivela inoltre il modo particolare e strettamente individuale, in cui la forza vitale è ricevuta ed usata dalla specfica persona” (3)

E’ la parte della nostra felicità e se la realizziamo significa che nella vita abbiamo colto una parte importante del nostro destino, del perché siamo venuti al mondo. E’ strettamente legato al ruolo evolutivo del nodo nord, essendo una sintesi simbolica Sole-Lunare.

Il punto Vertex (vertice) rappresenta il segno che il soggetto lascia sul mondo esterno, la sua capacità di influenza (positiva e negativa) . Il suo significato è un un ibrido tra quello che significa l’ascendente in un tema di nascita (AS) e il Medium Coeli (MC).

Tutte queste parti arabe che ho citato devono essere analizzate in base alla posizione di nascita nel segno e nella casa e poi in base ad eventuali aspetti (soprattutto stretti) che formano con altri pianeti.

Avete di che chiedere al vostro astrologo. Buon consulto 🙂


Note

(1) Grazia Bordoni “Sintesi e interpretazione del tema Natale”, Edizioni Capone

(2) Elenco tratto da Stephen Arroyo “L’interpretazione della carta natale”, Astrolabio Eidtore

(3) Dane Rudhyar “Il ciclo di Lunazione” , Astrolabio Editore

Andrea Mecchia